Scopri INDA, l'evento che darà il via agli Stati Generali dell'Influence Economy: Clicca qui - il 20/06/24 in streaming su wired.it

La TikToker con il velo: intervista a Tasnim Ali

Flu Agency

Per la nostra rubrica #thefutureofinFLUence abbiamo intervistato Tasnim Ali, anche conosciuta come la TikToker con il velo. Nata ad Arezzo nel 1999, ma cresciuta nel cuore di Roma. Qui frequenta la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, poichè sogna sin da piccola di diventare giornalista e dare una voce a tutte quelle donne musulmane (e non) che purtroppo subiscono ancora discriminazioni.

Sui social, ha iniziato facendo esattamente questo infatti sono ormai famosi su TikTok gli sketch dove parla dei pregiudizi sull’islam. Su Instagram, invece, pubblica molti suoi scatti evidenziando i suoi tratti e le sue origini, con la volontà di sensibilizzare i suoi follower sulle discriminazioni verso i musulmani. La crescita è stata esponenziale e come ormai di consueto accade online, gli haters non sono mancati, ma non hanno spento l’entusiasmo di Tasnim. Anzi, grazie alla sua determinazione, oggi viene scelta per collaborare con molti brand prestigiosi.

Abbiamo chiesto a Tasnim quali sono i suoi obbiettivi sui social oggi, le difficoltà che ha riscontrato e come è diventata un’influencer. Continua a leggere per scoprire di più!

Ciao TASNIM! Ci parli dEL tuo percorso? Come sei arrivata ad essere un’influencer?

“l mio percorso è partito tre anni fa, quando mia sorella di 10 anni mi ha fatto conoscere TikTok, e andando virali i miei primissimi video hanno iniziato ad arrivare  le domande delle persone curiose, con la voglia di capire perché indosso il velo, come faccio d’estate ed altre simili. Non avrei mai pensato che qualcuno si potesse interessare dell’Islam in generale, invece le persone erano pronte a cambiare idea e ad ascoltare. Così sono arrivata ad essere un’influencer.”

Che difficoltà hai riscontrato a mostrarti sui social? Sono le stesse che hai riscontrato O riscontri ANCHE nella vita reale?

“Nel mostrarmi sui social ho avuto difficoltà, forse, con le persone che non avevano neanche intenzione di cambiare idea o di ascoltare. E nella vita reale sono le stesse problematiche. Alcune persone, quando mi fermavano in giro per dirmi di togliere il velo e chiedevano in modo poco rispettoso del perché lo indossassi, provavo a spiegargli il motivo in tutti i modi, eppure continuavano ad attaccare. Non mi sono comunque arresa perché, fortunatamente, non sono tutti uguali.”

Che obiettivo hai sui social? In cosa vorresti essere influente nei confronti della tua community?

“Prima di tutto vorrei portare positività, parlare di attualità e cambiare prospettiva. Cambiare i pareri negativi riguardo la religione nella quale credo: l’islam. Vorrei insegnare ad ascoltare e a darsi modo di cambiare idea. Troppe cose belle sono viste in modo negativo.”

Che rapporto hai con i follower? Quali domande ti fanno di più?

“Il mio rapporto con i follower è super trasparente, possono chiedermi tutto ciò che vogliono sapere. Alla fine sono nata così sui social, rispondendo alle domande. È così voglio continuare.”

Con quali brand decidi di collaborare? Hai preferenze ?

Non ho preferenze, se è un brand che mi piace in particolare lo accetto senza pensarci due volte.” 

Infine, vorremmo chiederti Com’è nata l’idea di scrivere “Velo spiego”? il tuo libro

“È nata dal mio amore verso il cartaceo. I miei video, non so se saranno eterni, e non li posso stampare. Ma in questo modo posso stampare le mie parole.” 


LEGGI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI


FOLLOW US ON